05 agosto 2007

Fai quel che ti pare! /13

Consigli per gli acquisti, anno due. Consigli da Previews, il catalogo che annuncia i fumetti americani in uscita, in patria, tre mesi dopo. Consigli in riferimento a numeri unici, o a serie e storyarcs ai nastri di partenza. Consigli che non fanno salire la scimmia di recuperare milioni di arretrati di qualcosa, insomma. Consigli sia in bene che in male. Ma soprattutto, consigli sinceri.

PREVIEWS di Agosto 2007 (vol.XVII, #8)

I fratelli Luna (Ultra, Girls) sono due giovani e promettenti professionisti dei comics. Attraverso uno stile di disegno sobrio ed espressivo, arricchito da giochi di colore a sottolineare uno storytelling fortemente influenzato dal cinema, i due californiani raccontano storie emozionanti, con protagonisti umani e credibili. A qualche mese dalla conclusione del loro ultimo progetto, i due Luna brothers sono pronti a tornare in sella con The Sword (Image, p.138), atteso fantasy di ambientazione moderna. Che è già una certezza.

Jack Cole (1914 - 1958) è il papà di Plastic Man, ed uno degli artisti più eclettici e brillanti della golden age. Fantagraphics ha annunciato la ristampa della sua ultima strip, Betsy And Me GN (p.294), satira della famiglia media borghese negli States degli anni cinquanta. Purtroppo, il notevole successo di questo fumetto non bastò a Cole per evitare di togliersi tragicamente la vita. Grazie anche all'apparato biografico pubblicato a corredo delle strip, questo volume può essere un'ottima occasione per conoscere meglio un autore straordinario ingiustamente dimenticato.

Uno dei pregi maggiori dell'attuale gestione della Marvel è, a mio avviso, l'abilità nel recuperare franchise ormai spente, riscoprendone in salsa moderna le peculiarità più interessanti. E' il caso di personaggi come Iron Fist e Moon Knight, senza contare il fitto sottobosco di sfigati raccontato in Nextwave. L'editore ci riprova, a partire da ottobre, affidando al poliedrico romanziere Jonathan Lethem (con Karl Rusnak)
il revival di Omega The Unknown (p.49 del Marvel Previews), eroe-meteora degli anni '70 ideato da Steve Gerber. Il taglio della storia, vicino al Fumetto underground, è sottolioneato dai disegni, affascinanti, di Farel Dalrymple (Pop Gun War) e Paul Hornschemeier. Intrigante.
A testimonianza della crescente sinergia tra comics ed altri media, anche Wolverine Annual Deathsong (p.65 del Marvel Previews) vede ai testi una penna rubata al mondo della prosa, Gregg Hurwitz, autore di fiction gialla e mystery. A illustrare il tutto, un Marcelo Frusin (Hellblazer, Loveless) sfortunatamente handicappato da una colorazione poco adatta. L'albo resta comunque stuzzicante, e sulla carta promette di lucidare per bene gli artigli un po' appannati del mutante canadese degli X-Men.

Questi sono i miei consigli. Poi, fate un po' come vi pare.

Nessun commento: