13 luglio 2007

Fai quel che ti pare! /12

Luglio, col male che ti voglio. Raramente ho avuto tra le mani un numero di Previews così avido di novità interessanti come quello di questo mese. Lo vedo appoggiato sul bancone di Supergulp, e nel caldo irreale di Milano mi sembra asciutto come un'anguria seccata dal sole. Tra un miraggio e l'altro, cerco di buttar giù i miei scarni consigli per gli acquisti. Ammerigani, questa volta non avrete i miei soldi!

PREVIEWS di Luglio 2007 (vol.XVII, #7)


Peter Milligan è uno sceneggiatore strano. Ogni tanto sforna delle opere che graffiano fino a scorticare la pelle, come "X-Statix", satira senza pietà del vuoto di ideali moderno e tristemente riempito dai media. Altre volte se ne esce invece con delle marchette clamorose, come il suo recente ciclo su "X-Men" o, peggio ancora, "JLA Classified". Come interpretare quindi l'annuncio di Infinity, Inc. #1 (DC Comics, p.80)? Nel dubbio se ordinare o meno questa collana, spin-off di una delle trame meno interessanti di "52", mi sento come di fronte alla roulette. Se dovessi affidarmi al testo della solicit, la decisione sarebbe già presa: non sento il bisogno dell'ennesima collana che "will take readers on a tortured trip to the dark side of the superhero dream". Been there, done that, caro Milligan.

I fumetti della Top Cow mi fanno cagare. La nostra è proprio una incompatibilità inconciliabile, genetica. Proprio non apprezzo le storie tutte esplosioni ed elicotteri e marines, alla Michael Bay per intenderci. Purtroppo, la mia passione smodata per i disegni morbidi e incredibilmente epressivi di Kevin Maguire mi costringe all'acquisto di Velocity Pilot Season 1 (Image/Top Cow, p.183), albo autoconclusivo dedicato alla giovane velocista della Cyberforce. Questo speciale concorrerà per la propria sopravvivenza, assieme ad altri "pilota", in un concorso sul sito dell'editore. I lettori decideranno, con il proprio voto, quale delle varie proposte potrà proseguire in un'intera "stagione" a fumetti. Non bastava assegnare la vittoria al più venduto? Mistero del sistema del direct market. Io, per il mio bene, voterò gli altri titoli.

In seguito agli eventi di "Civil War", il personaggio di Capitan America è tornato pesantemente sotto le luci della ribalta. La serie del crociato a stelle e strisce non valeva l'acquisto da molto tempo, e forse non è mai stata così entusiasmante dalle storie disegnate da Jim Steranko. Quegli adorabili paraculo della Marvel hanno deciso di cogliere la palla al balzo con intelligenza, affidando l'alter ego di Steve Rogers alle mani dello scrittore David Morrell, l'ideatore di Rambo, per una miniserie quindicinale di sei capitoli intitolata Captain America: the Chosen (Marvel Comics, p.21 del Marvel Previews). I disegni di Mitch Breitweiser, artista solido e in costante miglioramento, varrebbero da soli l'acquisto di almeno il primo numero. Scommettiamo che la raccolta in volume di questa miniserie uscirà giusto in tempo per coincidere con il lancio del film "John Rambo" nei cinema d'oltreoceano?

Vista la penuria di fumetti da consigliare ho selezionato da Previews un paio di volumi di altro genere, comunque legati strettamente al mondo del Fumetto.
In occasione dell'uscita di "Ultimate Spider-Man" #100 la Hero Initiative, una specie di sindacato dei fumettisti americani, aveva stampato 100 copie dell'albo con copertina bianca e ne aveva fatto illustrare i frontespizi da un gruppo nutrito e succoso di disegnatori. Il risultato, le 100 copie uniche di quel fumetto, è stato venduto all'asta con ricavato devoluto a finanziare le imprese dell'Initiative. The Ultimate Spider-Man 100 Project TP (Hero Initiative, p.308) raccoglie finalmente in un unico volume tutte e 100 le copertine realizzate, per chi come me non è riuscito a permettersi nemmeno uno dei preziosi originali. Definitivo.
Schultz And Peanuts HC (segnalato sotto "Comics", p.400) si presenta come una biografia di Charles M. Schultz, lo straordinario autore della strip più famosa del Mondo. Incentrato soprattutto sul rapporto tra la vita personale di Schultz e il suo lavoro di fumettista, questo saggio di David Michaelis è basato su ben sei anni di ricerche ed interviste ai familiari del papà di Charlie Brown. Da (ri)scoprire.
Kirby King of Comics HC ("Comics", p.400) è, infine, un "omaggio visuale" di Mark Evanier all'amico Jack Kirby, il Re della silver age del Fumetto americano mainstream. L'annuncio non è molto chiaro sul contenuto esatto del volume, ma se anche questo libro fosse solo una raccolta senza commento di illustrazioni kirbyane varrebbe la pena di dargli almeno un'occhiata. Epico.

Questi sono i miei consigli. Poi, fate un po' come vi pare.

1 commento:

giandale ha detto...

e infatti, john rambo esce a dicembre ...