12 aprile 2007

Fai quel che ti pare! /9

Aprile, dolce dormire. Anche per gli editori statunitensi di fumetti, a quanto pare. Per sopravvivere alla lettura dell'ultimo Previews ho dovuto sottopormi a una cura intensiva di caffeina. E visto che non bevo caffè, ho ripiegato su una confezione di sei bottiglie di Coca Cola. Sgrunt, meno male che avevo già comprato delle pillole contro la gastrite per resistere agli editoriali di Dan DiDio.

PREVIEWS di Aprile 2007 (vol.XVII, #4)

- Carmine Di Giandomenico è un disegnatore di enorme talento ed esperienza che a poco a poco sta iniziando a farsi conoscere anche nel mercato d'oltreoceano. A spingerlo a cercare casa alla Marvel è stata la sua passione per il personaggio di Devil. Sul quale, finalmente, è riuscito a mettere in qualche modo le mani. Daredevil: Battlin' Jack Murdock (Marvel Comics, p.29 del Marvel Previews) è l'evoluzione della primissima, timida proposta di Di Giandomenico alla Marvel, quando per farsi notare postò sul forum di Joe Quesada alcune splendide tavole incentrate proprio sull'ultimo incontro di boxe di Battlin' Jack, il papà del futuro diavolo rosso di Hell's Kitchen. Con l'aiuto dello sceneggiatore Zeb Wells, quel progetto sta per diventare realtà sotto forma di miniserie. Con la speranza che questo sia solo il primo round di Carmine nel mondo noir di Matt MurdockIl rosso e il verde sono due colori complementari. Non a caso, quindi, concludo la serie dei consigli Marvel con il primo numero di War World Hulk (p.36, Marvel Previews), esordio dell'ennesimo crossover estivo della Casa delle Idee, di Greg Pak e John Romita jr. La trama è presto detta: un gruppo di super-eroi ha fatto incazzare Hulk, e ora il gigante di giada si vendicherà spaccando loro la faccia. Nulla di troppo complesso ma una cazzatona da leggere sotto l'ombrellone, una storia di semplicità rassicurante per recuperare i postumi del mal di testa da multiverso DC.


- Concludo segnalando un volume autoconclusivo, un'antologia di storie brevi tutte realizzate da autori giovani o comunque provenienti dal panorama del fumetto non mainstream. Flight Vol. 4 (Ballantine Books, p.247), organizzato da Kazu Kibuishi, può essere una buona occasione per rifarsi gli occhi con delle storie leggere e senza patemi, approfittandone magari per allargare il proprio orizzonte verso qualche nome nuovo del Fumetto internazionale.

Questi sono i miei consigli. Poi, fate un po' come vi pare.

Nessun commento: