23 marzo 2007

Leggi bene - Koma

Qualche volta il mio adio-amore per la DC mi fa sentire un po' come quei giornalisti che trascurano notizie davvero importanti per la nostra civiltà in favore di lunghi servizi sul festival di Sanremo, "vallettopoli" o altre puttanate del genere. Mi sento un po' stupido a parlare di Infinite Crisis quando là fuori, sugli scaffali delle librerie, ci sono delle gemme come i lavori di Frederik Peeters.
Avevo già dedicato a
Peeters uno dei primi post di questo blog, in occasione dell'uscita del primo volume di Lupus, edito da Kappa Edizioni (e in questi giorni è finalmente uscito il secondo ed ultimo tomo!). Torno ad occuparmi di questo brillante autore ginevrino grazie a Koma, realizzata in coppia con lo sceneggiatore Pierre Wazem. Koma è la storia di Addidas, una dolce bambina che, orfana di madre, vive con il padre spazzacamino in una città industriale dove enormi ciminiere svettano tra case fatiscenti. Addidas è afflitta da improvvisi attacchi di sonnolenza, che la proiettano in un curioso sogno sotterraneo. Ma è davvero un sogno?
Koma è un racconto delizioso, da leggere tutto d'un fiato. I protagonisti sono vivi, sfaccettati. Come anche il contesto che ospita la vicenda, che pian piano
si scopre sempre più grottesco e imprevedibile. Una storia che appassiona e riconcilia con il medium Fumetto. Quello vero!

Koma (volume 1 di 2)
di Pierre Wazem, Frederik Peeters
ReNoir Comics, 2007

Nessun commento: