25 febbraio 2007

Civil War contro Infinite Crisis

All'alba della loro pubblicazione italiana, mi sovviene un brevissimo punto della situazione su Infinite Crisis e Civil War. I due eventi, che hanno segnato il 2006 dei (pochi) lettori di super-eroi, sono due storie letteralmente speculari.
La prima è un castello di sabbia raffazzonato e inconcludente
. A livello di trama, non a caso in gran parte riscritta in occasione della ristampa in volume. E dal punto di vista grafico, con il coinvolgimento di un confuso pastone di artisti nel tentativo, invano, di scongiurare i ritardi nelle uscite originali. Il classico passo più lungo della gamba da parte di un editore, la DC, che ancora una volta dopo il 1985 si è trovato nella scomoda situazione di dover a tutti i costi recuperare il gap di pubblico con la concorrenza. Il peggio è che, almeno per un po' di tempo, il gioco è riuscito. L'hype e le promesse da marinaio sono bastati ai lettori, che negli USA si sono bevuti la saga tutta d'un fiato. Come l'olio di ricino nel '39.
Civil War è un evento strutturalmente molto diverso. A cominciare dal fatto di basarsi su un'idea forte, che fa davvero compiere un passo avanti ai personaggi del Marvel Universe, che dice davvero qualcosa di nuovo. La cosa ironica è che, come Infinite Crisis, anche
la miniserie principale di Mark Millar e Steve McNiven è spesso uscita in ritardo. Con effetti se possibile ancora più devastanti, visto che i tie-in alla saga dipendono dalla miniserie ammiraglia a tal punto, in termini di influenze causa-effetto, da spingere la Marvel a rinviare anche la loro uscita nonostante le storie fossero già pronte. Al peggio, le attese sono state colmate dall'uscita di one-shot evitabili ma gustosi, giusto per soddisfare la domanda dei lettori e per non lasciare sgombri gli scaffali delle fumetterie. Insomma, un approccio rispettoso non solo nei confronti dei lettori ma dell'opera stessa.
Certo, entrambe le saghe sono espressione di un comicdom opulento ed eccessivamente autoenfatico. Ma
solo nel caso di Infinite Crisis anche vuoto e autoreferenziale.

Nessun commento: