16 dicembre 2006

Un attimo di pausa

Tra una sessione di studio e l'altra, mi rilasso buttando giù qualche disegno. E' un po' il metodo del bastone con la carota: per non arenarmi con le letture universitarie penso che, a capitolo finito, potrò finalmente liberare sulla carta le figure che mi saltellano in testa.
In questo caso, complice la mia recente rilettura dello Starman di James Robinson, ho buttato giù un Jack Knight in versione cucciolo. Leggendo la serie, mi aveva colpito il dettaglio che, nell'infanzia, Jack avesse già manifestato l'amore per il mondo dei super-eroi. Poi ripreso solo in età adulta, dopo un'adolescenza ribelle. Si potrebbe dire che durante la pubertà non si capisca un cazzo, ed è vero. Ma io preferisco pensare che i bambini siano avanti!

Nessun commento: